mercoledì, agosto 30, 2006,09:13
La ferrovia Qinghai-Tibet verrà estesa al Nepal?
Kantipur Report
KATHMANDU, Aug 29 – La Cina sta pianificando di estendere la nuova linea ferroviaria Qinghai-Tibet fino in Nepal per espandere gli scambi economici con il Sud-Asia.
Qiangba Puncog, a capo della Regione Autonoma del Tibet, ne ha parlato durante l’incontro avvenuto a Lhasa domenica con il Nepali Deputy Prime Minister Khadga Prasad Oli.
"Il Tibet è una regione molto remota e stiamo pensando alla costruzione di un nuovo passaggio verso il Sud dell’Asia per potenziare gli scambi commerciali” inoltre Puncogv ha aggiunto "L’estensione della linea ferroviaria promuoverà enormemente gli scambi economici."
Oli, che è arrivato a Lhasa sabato per 8 giorni di visita formale in Cina, ha dichiarato che il governo del Nepal spera che veramente la linea ferroviaria collegherà i due paesi e che gli stessi collaboreranno per la sua costruzione.
La costruzione della seconda parte della linea ferroviaria che arriverà a Shigatze, la seconda città del Tibet, inizierà l’anno prossimo.
Il collegamento a Shigatze, che è vicina al confine Nepalese, allungherà la linea ferroviaria di 270 km e verrà completato entro tre anni. La linea verrà poi estesa fino al confine con il Nepal a circa 400 km dalla città.
Comunque non è stato chiarito quando inizieranno i lavori di estensione della ferrovia verso il Nepal.
Puncog ha dichiarato che il governo regionale del Tibet ha già iniziato a migliorare il collegamento stradale tra Lhasa e Shigatze per facilitare la rete di trasporto tra il Tibet e il Nepal prima che venga costruita la ferrovia.
E’ infatti in costruzione una nuova strada tra Shigatze e il Nepal.
La Cina ha 5 punti di attraversamento del confine con il Nepal ma ha solo una strada che è effettivamente praticabile.
La ferrovia Qinghai-Tibet è la più alta del mondo. Dei 960 km di percorso la maggior parte sono a più di 4.000 metri sul livello del mare e il punto più alto è a 5.072 metri.

Posted on: 2006-08-28 22:58:24 (Server Time)
Le foto sono estratte da: http://www.tibet.cn/english/zt/040719_qztl/200402005328135650.htm

Date un’ occhiata questo articolo: http://studentsforafreetibet.org/article.php?id=892


Un abbraccio a tutti...
scritto da rain rongpuk



3 Commenti:


  • Alle 30 agosto, 2006 09:28, Blogger rongpuk

    Ogni tanto RItorno...c'è un'altra cosuccia interessante che ho trovato nel mio vagare in rete: un report in .pdf sulla tortura in Tibet però non riesco ad allegarlo...ve lo mando via e-mail così se lo trovate interessante potete metterlo su da qualche parte.
    Per ora vi abbraccio di cuore.

  • Alle 01 settembre, 2006 10:52, Blogger rongpuk

    Date un occhiata al MIRABOLANTE TRENO DEL CIELO...io sarò fissata però:
    http://www.montagna.tv/node/2388

  • Alle 06 settembre, 2006 11:42, Blogger rongpuk

    Un'ottima notizia dal kantipur on line che dice che al Re Gyanendra è stata tolta la facoltà di certificare documenti pubblici.
    La SAC ha deciso di togliere al re il diritto di promulgare ordini e atti all'interno del governo, come era invece previsto nella PDCB. Questa facoltà è stata trasferita al Parlamento. Con questa decisione si dice che finalmente si concluderanno tutte le divergenze e le interrogazioni all'interno del governo sulla figura del re che ora viene ad essere solo un "civilian king".
    SAC clips king's right to certify public documents, king now a 'civilian king'

    Ecco il report:

    Kantipur Report

    KATHMANDU, Sept 6 - A meeting of the Parliamentary State Affairs Committee (SAC) on Wednesday decided to clip the king's right to issue any order or enact new Acts as mentioned in the Public Documents Certification Bill (PDCB).
    With this decision the controversy over the PDBC among the major allies of the seven-party government has come to an end as the SAC members agreed to scarp the provision in Clause 2 (A-1) of the proposed PDCB that gave the king the right to issue orders or enact government Acts and Regulations.

    After five consecutive meetings, the SAC members finally reached a conclusion also to omit the phrase 'His Majesty's order' from the PDCB giving an exit to the controversy.

    The SAC meeting also decided to transfer the king's right to certify public documents (enact government Acts and regulations) to Parliament. In absence of Parliament, the government will do the same through ordinances, the SAC meeting decided.

    Members of Parliament opined that with the end of the PDCB controversy, the debate as to who holds the position of the head of state has also ended. The PDCB will now be tabled at the House of Representatives for its endorsement as a law.

    MP Lila Mani Pokhrel said that now onwards handing over of credentials by foreign envoys and appointments of ambassadors to other countries would also take place as per the government's decision through an official appointed by the government.

    SAC Chairman and MP Hriday Ram Thani said that according to the amended bill now onwards the king would enjoy only the rights designated to him by the government.

    MP Pradip Nepal said that with the amendment to the PDCB, all the constitutional, executive and legislative powers of the king have been transferred to the Council of Ministers and the Legislative. He also mentioned that now onwards the king would remain just a "civilian king".

    Posted on: 2006-09-06 02:59:54 (Server Time)

    Baci a tutti

Cerca nel sito
Iniziative
  • Scopri come dare voce al Darfur

  • Scopri come dare voce al Nepal

  • green apple

  • drop outs cafè

  • Meltin'Pot

  • Anna

Commenti recenti
Home page Home Page Paniere di discussione Blogs For Nepal Popolo dei cieli grigi Photoway photoblog momoemomo photoway Contattaci Square Gallery Square 9
Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.