mercoledì, settembre 26, 2007,17:50
Divertente.
Per sapere dove si trova un dominio, la procedura è semplice
Una volta collegati andate sul menu “Avvio” o “Start” di Windows
Seleziona da Programmi “Prompt di DOS”
All’apparire del prompt c:\> digita c:\>tracert + la URL che ti interessa
Otteniamo così l’IP numerico dell’indirizzo
A questo punto apri Explorer o Netscape e vai su www.ripe.net/cgi-bin/whois e rintraccia tutte le informazioni sul quel server…

Etichette:

martedì, settembre 25, 2007,20:16
Da piangerne.
video
Il mio arrivo al J. F. Kennedy. A stupido son stupido.
A.

Etichette:

,09:47
Truffa.
lunedì, settembre 24, 2007,11:53
Bless Their Music...Euphorique Brassière #5
Man Like Me live at Fish'n'Chips. Foto da http://photoway.altervista.org

E’ stata un’estate dannatamente faticosa cari lettori. Abbiamo seguito una gran mole di concerti per voi. E ci siamo dovuti sorbire una lunga sequela di feste. Man Like Me che dopo l’intervista ci volevano assolutamente presenti, Shitdisco, Good Shoes, These New Puritans. Stoicamente ci siamo rimboccati le maniche anche d’estate e siamo andati a consumare la nostra consumazione.
Ma ora, perdiana, ecco che si ricomincia senza aver mai finito. Ecco qui la chicca di Settembre! I Loud !Saturday si raccontano. Che Euphorique Brassiere li benedica!

Leggi l'intervista.

di Andrea Pergola e Bruno Bonamore

Etichette:

,11:38
Guida internet per noi fotografi pivelli #2
Foto di Indra Galbo

Applicazioni online di gestione e condivisione di foto…

…che poi, in una parola, sarebbe Flickr

Flickr è una roba di quelle effettivamente geniali. Non so: come il cuoci riso elettrico o il bidet per gli americani . Una di quelle cose che prime non c’erano ed ora ci sono e dici “ma come?, prima non c’era?”.

Tu su Flickr ci vai, ti crei un account ed inizi a mettere on-line una foto dietro l’altra. Poi capita che sei proprio un mezzo calzino della fotografia e non fai che mettere sempre gli stessi scatti scemi (à la myspace, tanto per capirci). O persino solo scatti sfocati che, dio caro dico io, ce la fai a bloccarla quella manina? Però te così condividi le tue foto col mondo. Che poi “chisseneimporta”, direte, l’importante è condividerle con i propri amici, anche se sono amici che non si meritano nulla dalla vita

Riassumendo, parliamo dunque di una applicazione WEB 2.0 di gestione e condivisione di foto è una roba tipo Flickr: digiti l’indirizzo, entri col tuo account e in tre secondi hai messo online la tua foto. Sia essa il ricordo di una giornata bella se non splendida o il ricordo di un caro estinto ,

Se ne va così lentamente in soffitta il caro vecchio album? Mah, bo, sì, no, per me rimane tanto carino.
MA PERO’…
E’ qui viene fuori la parte noiosa del pezzo (“ah sì, perché sin qui c’eravamo proprio sganasciati dalle risate)…
Flickr, come tutte le cose geniali, è stata acquistata da un colosso: Yahoo! Bene: si da il caso (e già sento tutta la redazione in coro che urla “ancora co’ sta storia?!) che a Yahoo! siano dei delinquenti. E non pensate solo alle ultime notizie (Msn e Yahoo! che, in agosto, firmano un codice di condotta in Cina):

"Si tratta - afferma Rsf - della fine dei blog liberi in Cina". L'iniziativa infatti "avrà conseguenze molto gravi sulla blogosfera cinese e che segna la fine dei blogger anonimi. Rischia di aprirsi una nuova ondata di repressione e di censura".

Se vi riesce pensate anche e soprattutto ai bloggers arrestati dalla dittatura cinese grazie alle soffiate del colosso californiano.

E allora, per questo attacco al libero giornalismo e alla libertà d’espressione, non mi dispiace boicottare Yahoo! Ma come fare per non patire troppo l’astinenza da Flickr? Semplice: serve un’alternativa. Possibilmente valida, perché nessuno, se non sbaglio, ha piacere ad innervosirsi di fronte ad un maledetto personal computer.

E quindi? Zooomr.

Ispirato al rivale americano sin dal nome, Zoomr prosegue lungo la stessa direttrice. Riuscendo persino a migliorarla. Spazio a disposizione? Infinito (Flickr? Puoi archiviare al massimo le ultime 200 fotografie). Quante foto puoi archiviare ogni mese? Infinite (Flickr? 100Mb).

E poi sapete chi ha creato questo gioiellino? Uno con questa faccia qui (il primo a destra). Kristopher. Applausi.

Tra le cose migliori di Zooomr, segnalo “You vs. the Best Zooomr”. Gustosissimo gruppo di discussione in cui sfidarsi a colpi di foto: puo’ partecipare chiunque, puo’ votare chiunque. Uno contro uno. Il primo che prende dieci voti vince. Chi vince cinque sfide di fila va dritto nella Hall of Fame .

p.s. Interessante scoprire a cosa servano questi strumenti per wikipedia:
“a raccogliere la digigrafia della propria vita.”
Questa l’ho scopeta ora. Bè.. capito come funziona l’Amba Aradam?
p.p.s. certo che se poi su Flickr ci vai e trovi una fotografa che fa foto così ed è così a Yahoo! finisci per perdonare tutto.

online su meltinpotonweb.com

Etichette:

domenica, settembre 23, 2007,13:42
Wendy Windham
Grazie a Rigardino è riuscita fuori la mai abbastanza compianta Wendy Windham. E s'è trovato questo. Che credevo essere fantasia da film americano. E invece stanno veramente tutti in coda per guardare. Mmm.

Etichette:

sabato, settembre 22, 2007,03:51
Le nostre finestre umide. O anche "Son(no) dell'umana gente".
Eppure io e te cosa facciamo per scongiurare quest'incubo? Non restiamo forse affacciati ad una finestra umida incapaci di mettere a fuoco lo sfondo? Eppure: ci curiamo di asciugare le gocce?
E' così. Facciamo piccole cose, in fondo del tutto inutili. Forse -ma non è il mio caso, molto spesso- ci consoliamo con l'illusione che ognuno puo' fare il suo, che piccola cosa su piccola cosa prima o poi ne uscirà una grande e via di questo passo. Probabilmente ogni tanto ci crogioliamo nel puro edonismo, nella felicità del momento, di un momento anche lungo, molto lungo, persino senza tregua. Eppure c'è inutilità ed insoddisfazione.
Ma nel concreto: COSA FARE MARCO? So che abbiamo trovato risposte simili in certi scritti ai quali siamo tanto affezionati. E quasi non metto in dubbio la verità di Tiziano. Non perché vera, ma perché mia. Ma molta poca fiducia resiste. Forse soprattutto in me?

Etichette:

venerdì, settembre 21, 2007,20:37
Buonanotte sognatori.
Sottoscrivo riga per riga ciò che scrivi Marco. Su molte cose sono in disaccordo con Grillo: fondasse un partito non lo voterei mai. Per me è assurdo persino proibire le pubbliche cariche ad un cittadino con precedenti penali (serve una presa di posizione dei partiti. Non andare contro i dettami costituzionali).
E però è chiaro che Grillo è l'unico che dà prova d'aver capito che questi partiti sono tutti sballati, pieni di delinquenti, lontani dalla gente, lontani anni luce dall'essere accettabili. E sai bene quanto tenga a questo concetto io che ormai alle urne neanche ci vado più per annullare la mia scheda. Sai che a turarmi il naso non ci penso proprio. E sai anche quanto terrei a poter usufruire del mio diritto al voto.
Dobbiamo riempire le piazze senza i partiti, senza i sindacati. E lui lo sta facendo.
In molti hanno i paraocchi. In molti sono prevenuti nei confronti di Grillo. Evidentemente non sono stufi abbastanza di una politica vecchia, logora ed inutile. Una politica che non è vicina ai sentimenti della gente. A chi ti senti vicino tu Marco? A chi mi sento vicino io? A nessuno, eppure abbiamo idee per certi verse opposte. Significa che questa politica è un guscio vuoto. A 360°.
L'informazione? Non ne parliamo.
"Dichiarazioni di solidarietà al nostro direttore". L'hanno appena detto. Ma chi? Ma dove? Questa parziale verità è informazione?
Ah, ah, ah.
Ma dai Marco, su col morale. Ora c'è il partito democratico.

Etichette:

,12:22
Buonanotte, Signora Libertà
Da Think Turns
Per una curiosa coincidenza, Andrea, giusto prima di leggere tuo post avevo proprio visto sul corriere online il video dell’editoriale di Mauro Mazza all’interno del Tg2 di oggi. Il titolo del giornale riferiva sia dell’uscita di Mazza, sia delle reazioni più o meno anestetiche di vari esponenti politici.
Ora, non ho seguito per filo e per segno lo svolgersi del famigerato V-Day. Un po’ per mancanza di tempo, un po’ per voluto distacco. Difficilmente sposo in pieno entusiasmo le parabole politiche di personaggi del genere. Forse con un po’ di opportunismo mi fermo un po’ di passi indietro: se ho voglia ascolto, rifletto, decido.
continua

Etichette:

mercoledì, settembre 19, 2007,17:34
"E se mio nonno avesse 4 palle?"
"Va avanti a colpi di insulti personali, accuse terribili, male parole", ha esordito il direttore del Tg2 in chiusura della pagina dedicata all'antipolitica nell'edizione delle 13. "E' il fenomeno Beppe Grillo, non a caso esploso con un colossale 'vaffa' con molti destinatari. Neoqualunquismo hanno detto in tanti, forse anche per esorcizzare il pericolo. Ma cosa accaddrebbe - si è poi chiesto Mazza - se un giorno all'improvviso un pazzo, uno squilibrato sentendo quelle accuse premesse il grilletto? Cosa succederebbe se la farsa si trasformasse in tragedia?"
Via repubblica.
----------------
Now playing: Bromheads Jackets - Poppy Bird

Etichette:

martedì, settembre 18, 2007,10:08
Globa Day for Darfur - 16/9/07
Galleria fotografica. Work in progress.

Etichette:

,00:54
Internet per noi fotografi pivelli #1 - Photo4u.it
Per uno che vive con gli occhi del fotografo amatore, internet offre soprattutto una grande chance: crescere succhiando avidamente informazioni dagli scatti altrui (che so io: onehourblog e chromasia, giusto per fare un esempio) ed estorcere qua e la qualche consiglio da custodire come oro.

A tal proposito rimane, in Italia, senza rivali photo4u.it, la più grande community fotografica italiana.

A disposizione del pivello: un attivissimo Forum di appassionati nel quale sguazzare senza vergogna; la possibilità di uplodare foto personali (massimo 320 Kbytes, ahimè, 1024x1024) e, soprattutto, di richiedere automaticamente commenti, consigli e critiche (ma coltivare segretamente la mira ai tanto sospirati complimenti).

Le foto sottoposte alla critica degli altri utenti passano automaticamente in questa galleria con la segnalazione "Suggerimenti e critiche sempre ben accetti". Mille volte meglio che qualunque trito e ritrito libro di fotografia.

In più, ogni mese, un photocontest a tema al quale partecipano e votano tutti gli utenti iscritti. Ogni mese, inoltre, la redazione della rivista mensile FOTO Cult elezionerà alcuni degli scatti partecipanti, i quali verranno pubblicati e commentati sulle pagine della rivista in un articolo dedicato al contest.

Un bella miniera per debuttanti e non. Arricchita da tutorial (evidentemente da migliorare), da un home page ricca di mostre e concorsi fotografici, e da un prezioso mercatino

La prossima settimana andremo in cerca di applicazioni online di gestione e di condivisione di foto. Tra due settimane invece, faremo una nuotatina attraverso i migliori photoblog rintracciabili sulla rete (e dei tutorial migliori).

On line su meltinpotonweb

Etichette:

domenica, settembre 16, 2007,15:34
Darfur Day - Roma 16 settembre 2007.
venerdì, settembre 14, 2007,18:16
Si laveranno il culo pure gli americani?
Non so dove le trova certe cose Luca Sofri (questo il suo post "Paper tends to distribute the problem":
La campagna commerciale per convincere gli americani a lavarsi il culo è meravigliosa.
Per vederla? Cliccare prima qui e poi sulla prima signorina a sinistra.

Etichette:

giovedì, settembre 13, 2007,20:00
9/11 I'm proud to Remember
,12:26
La Dolce Vita (16/9 Global Day for Darfur, vedi sotto)

No, prima di tutto devo replicare alle diaboliche parole di Stefano (ma eri tuttù, sì?). In Ultimo Tango a Parigi la fotografia (di Storaro, mica cazzi) è grandiosa. Cosa non t'ha convinto?
Giustamente sei passato sopra al ritmo lento. Che poi a pensarci bene neanche è lento. Ha dei passaggi che cogliamo come deboli. Per dire: se il film fosse composto interamente da dialoghi Marlon-Maria il film scorrerebbe via veloce perché sono dialoghi dannatamente da brividi.
In più ottima regìa. Colonna sonora da storia del jazz, quindi figurarci del cinema. Cosa c'è che non va?

Secondo me c'è una cosa che non va giù del film, e così mi ricollego a La Dolce Vita. In un'opera puoi raccontare una storia d'Amore (ed è una cosa semplicissima, se non fosse stato tutto già fatto. Non è un caso che l'unico capolavoro degli ultimo anni nel campo sia Eternal Sunshine of the Spotless Mind), puoi far ridere (anche qui niente da inventare, fuorché le battute) etc. Tutta roba con un capo ed una coda. Quando invece ti metti in testa di raccontare le derive di un uomo o di una generazione puoi comportarti un due modi: raccontare un estratto della sua vita, e farne una semplice biografia (e stai facendo questo); oppure tinteggiare come stessi dipingendo portandoti su un sentiero che prima o poi inevitabilmente se sei un'estremista ti porterà al dripping (e stai facendo questo). E quello che hanno fatto Bertolucci e Fellini è azzardare in un campo che prima di loro non avevano provato in molti...

Ne La Dolce Vita si sente ancora forte l'eco neorealista del primo periodo di Fellini. Ma già si inizia a capire che farà capolavori come 8emezzo e La Voce della Luna (che oniricamente parlando raggiungono livelli impensabili). Insomma un film dipinto non con i classici pennelli pure questo. E per di più è impensabile giudicarlo senza ricordare che è stato girato nel 1959. E' lo stesso che giudicare Giotto o Raffaello con gli occhi di uno che ha già visto Pollock.
La Dolce Vita è film che sta avanti persino oggi. Nel 1959 si è permesso di dipingere la realtà quale era! Parlava di omosessualità, roba che i luridi bigotti del giorno d'oggi non sarebbero ancora in grado di accettarla una cosa simile. Rappresenta un orgia, un uomo intento a sodomizzare una donna ubriaca (s'è fermato un pelo prima, sennò Bertolucci cosa faceva poverello?), un uomo che flirta con una bambina. Fa correre una prosperosa biondona nel cuore del vaticano. Prende in giro i creduloni e l'ignoranza ancora tutta paesana dei cristiani. Racconta delle cose che ancora oggi scatenerebbero l'ira di tutti i moralisti sciocchini e reazionari.
E lo faceva nel '59.
E però lo fa in una chiave introspettiva ovviamente difficile da digerire. Perché -come Ultimo Tango a Parigi- stare a sentire il racconto di un uomo disperato non è facile. E si rischia il sonno!
Voto 9.
p.s. ammetto che il primo questo sia un po' fuori luogo. Ha dei chiaro scuri molto più eloquenti del previsto.
p.p.s. uno dei passaggi Felliniani più belli.

Etichette:

mercoledì, settembre 12, 2007,10:59
Darfur Day - Roma 16 settembre 2007

ore 10: Marcia dei rifugiati con la torcia olimpica. Presenti Monica Guerritore, Toni Capuozzo, Tiziana Ferrario;
ore11: mostra fotografica e proiezione video reportage dal Darfur, interventi di associazioni, ospite Presidente Commissione Esteri della Camera U. Ranieri
0re 13: concerto dei Marcosbanda (jazz funk rock), vincitori premio “Voci per la Libertà” 2007

All’iniziativa, promossa da Italians for Darfur, hanno aderito il Comune di Roma, l’associazione Articolo21, la sezione italiana di Amnesty International, Nessuno tocchi Caino, la Comunità Ebraica, l’Ugei e l’associazione “Voci per la libertà”.

Globe for Darfur
Italian Blogs for Darfur

Etichette:

,10:54
Via da questo mare.

e una bella ragazza poi
mi versava da bere
mentre tu cosi' lontana no
non c'eri piu' non c'eri piu'

e camminando senza piu' guardare ho
solo voglia di andar via
da questo mare

e pensa che ti ripensa
il tempo vola
mentre gli altri mi stanno chiamando
e io non so che dire
e mi fermo indietro a ricordare
che ho voglia di andar' via
da questo mare

e camminando senza piu'
guardare ho solo
voglia di andar via da questo mare

e tu adesso mi dici che
non sai piu' bene cosa farai
della tua vita

ma ovunque andrai
non sara' mai finita anche se
il tempo si scordera'
dei tuoi vent'anni
le navi del porto
sull'acqua non fanno rumore
c'e' un battello che arriva
seguito da barche e gabbiani
se chiudo gli occhi pensando a domani
ho voglia di stringere ancora
le tue mani

e camminando senza piu' guardare ho
solo voglia di andar via
da questo mare

Segio Cammariere-Roberto Kunstler
Anche Qui.

Etichette:

domenica, settembre 09, 2007,20:43
Giornata mondiale per il Darfur
Immagina. Anche se non sarà mai come averlo vissuto.

Immagina.

Nel deserto, la notte, ti svegliano: attaccano il tuo villaggio. Lì hai lasciato i tuoi figli, tua moglie, la tua storia. Bruciano la tua casa. Stuprano tua moglie. Armano tuo figlio. Cancellano la tua storia.

Sparano.
Non bastano le urla terrorizzate dei bambini, l’odore acre di feci e urine liberate dalla paura e del sangue che impasta la terra, il rumore – tanto rumore- di passi, spari, crolli, legna e carne che brucia, niente ferma la mano dei boia.

Corri.
Ti rendi subito conto –forse è solo istinto – che le parole hanno un senso solo se ascoltate.
Allora imbracci il bastone, come fosse un fucile. Corri, con la speranza di poter ancora salvare tua moglie, tuo figlio, non importa la storia. E preghi.
Ma sei lontano, stringi il tuo bastone.
I janjaweed corrono già verso un altro villaggio.


Saremo a Roma, il 16 Settembre in Piazza Farnese, per dire "fermiamo il sangue in Darfur"!
ore 10: Marcia dei rifugiati con la torcia olimpica. Presenti Monica Guerritore, Toni Capuozzo, Tiziana Ferrario;
ore11: mostra fotografica e proiezione video reportage dal Darfur, interventi di associazioni, ospite Presidente Commissione Esteri della Camera U. Ranieri
0re 13: concerto dei Marcosbanda (jazz funk rock), vincitori premio "Voci per la Libertà" 2007

All’iniziativa, promossa da Italians for Darfur, hanno aderito il Comune di Roma, l’associazione Articolo21, la sezione italiana di Amnesty International, Nessuno tocchi Caino, la Comunità Ebraica, l’Ugei e l’associazione “Voci per la libertà”.

Italian Blogs For Darfur

Etichette:

,12:12
Quando vieni adulato (regime e vanità).
E per far rispettare la legge, lo stesso sindaco Veltroni si è improvvisato tutore dell'ordine, provvedendo personalmente a far allontanare alcuni venditori abusivi lungo via dei Fori Imperiali.

Queste cose fanno sinceramente ridere. Almeno il duce ai giornalisti li obbligava.
E poi non mi prendesse in giro:
conclude, lodando il pubblico: "Le persone sono migliori di come le si dipinge, hanno voglia di incontrare cose belle".
La gente a Roma non è migliore di come la si dipinge. Adora andare a scrocco, questo sì.

Etichette:

sabato, settembre 08, 2007,13:20
Vaffanculo day.
A ripensarci la stavo solo prendendo dal verso sbagliato. Troppi pregiudizi. Dice tante corbellerìe, populiste e qualunquiste. Ma è pur sempre quello che ci vuole per smuovere qualcosa in questo paese demente. Se vogliamo liberarci di questi politicanti dobbiamo prendere strade alternative alle piazze riempite dell'uno o dell'altro schieramento, dobbiamo smetterla di piangere senza fare nulla e poi snobbare chi qualcosa lo fa anche se potrebbe farlo meglio.
Vorrà dire qualcosa se non ne parla nessuno di questo V-day? (anche se la morte di Pavarotti giustifica il poco spazio per il resto......)
E' pur sempre un'oasi dove è possibile ascoltare queste parole:

Fausto Bertinotti
Il parlamentare deve indubbiamente saper essere espressione della legalità repubblicana. Tuttavia la legge non può contraddire il principio che nessuno può essere considerato colpevole se non sulla base del giudizio finale della magistratura né può negare, nel paese di Beccaria, che la pena espiata restituisce il condannato alla cittadinanza piena. E allora come si può fare per difendere la moralità pubblica? Penso che i partiti dovrebbero definire, a questo fine, dei codici di comportamento liberamente scelti ma vincolanti. I partiti dovrebbero, per esempio, convenire nella decisione di escludere dalle proprio liste - secondo un principio di responsabilità politica, e non giuridica - condannati o, anche, rinviati a giudizio per reati socialmente pericolosi. Per questo mi convinse molto e sostenni nelle ultime elezioni la proposta del Procuratore Grasso. Su questo trovo importante l’orientamento della Commissione Antimafia di proporre ai partiti, già nelle elezioni comunali e provinciali, un codice che impegni i partiti stessi ad un’autotutela, in particolare nei confronti di tipologie di reati quali quelli di mafia, di riciclaggio di denaro, di usura, eccetera.

Etichette:

giovedì, settembre 06, 2007,15:20
Come sempre.
Da Pianeta Nepal
Series of blasts rock capital city; two killed, over 25 injured...

...An injured Nepal Army soldier who was also admitted at Bir Hospital was transferred to Birendra Army Hospital at Chhauni...
Due ore fa' Yam mi diceva che persone presenti gli avevano detto che un soldato era saltato in aria insieme all'ordigno che stava depositando a terra a una fermata d'autobus....Sarà stato in abiti civili, 'sto maledetto soldato...persone presenti l'avranno riconosciuto sotto i baffi...

Attenti comunque al Re...e alle Persone che qui lo rimpiangono....sono quelle che avevano ogni potere e rischiano di perderlo Parlavo con uno di loro, intorno a ferragosto...rimpiangeva i bei tempi ante-democrazia...allora sì che si lavorava bene...Attenti ai generali.

Attenti anche ai maoisti...perchè mi sembrano divisi....anche se dicono di no...
Mi sa che Prachanda non è amato da tutti i suoi. Rischio faida continua a lotta finita.

Eppoi c'è il Terai....una gran bel pezzotto di Nepal a pezzi...Due settimane fa' son nate financo le "Tigri del Terai"...un movimento autonomista d'avanguardia....la benzina si annuncia in deciso aumento (in Valle è difficile trovarla)...Il Gas salirà da 900 a 1200 rupie a bombola....da 10 a 13 euro e mezzo...Voci.

Stasera m'ha chiamato Michele da Kathmandu...sette settimane in Nepal...S'è integrato bene con l'ambiente...e con tutti noi del Planet.
E' stato da noi a spizzichi e bocconi d'Amrit...Il cuoco pasticcere...
Dopodomani Michele parte via...per dirla in english language...
Ha dormito qui e nei monasteri...ha mangiato qui e tante lenticchie...è caduto nel Trisuli dal gommone...meno male che pioveva anche da sopra...s'è fatto il Trek delle pioggia...sette giorni sopra Pokhara con la sventuratissima Silvia, il fido Ammar a guidare il plotoncino e il signor portatore eventuale...che Michele non voleva assolutamente..."Michè...gli dai da lavorare...meglio lavori con Voi che con altri...già sarà dura...con gli zainoni non ce la fate da soli....semmai fate a metà col portatore....e ogni tanto gli portate il suo...tanto il suo sarà leggerissimo..."...
La tavola rotonda ante Trek delle sanguisughe...niente a che vedere con le tagliatelle d'Amrit...della casa....
Chi è Silvia ?
Chissà...

C'è Michele al telefono da Kathmandu....l'ho lasciato qassù un po' in attesa...

"Francè...Come...Bombe in mezzo alla gente...? Sono qui a due passi da Thamel...con Silvia in casa di volontari spagnoli....connessione internet 24 ore su 24..."

"Hai sentito della doppietta di Ibra ?
Michè...Fra le persone...quando i maoini mettevano le bombe...generalmente avvisavano...Fra la gente è pazzesco..."

Queste bombe di oggi...infami quanto prevedibili...il risveglio del Re cadaverè ?

Due ore dopo mi richiama Michelone...

"Francè...coprifuoco qui a Thamel...per nepali"....

Sei sicuro ?

"Si dice...Si dice 4 giorni di sciopero....o coprifuoco...."

E' gravissimo quello che doveva succedere e s'è deciso fosse per oggi...prevedibile a quota bassa...Si spera sempre che non succeda mai....Poi bum bum bum bum bum
Una serie di attentati fra la gente...per vedere l'effetto che fa....Buona parte dell'esercito pronta a sedare i tumulti...Perchè saranno in tanti a soffiare sui fuochi di oggi...Guarda che gote gonfie che ha il Re stasera...

Poi ci vorrà ben qualcuno per spegnere ogni fiamma....

Generali dietro la collina...

Ci stà la notte, cupa e assassina....e in mezzo a un prato c'è una contadina....curva sul tramonto....sembra una Bambina...

Stiamo a vedere, impotenti come al solito. Profondamente inutili.

Bum Bum Bum Bum Bum
Two persons were killed and over two dozen injured in three blasts that occurred simultaneously in the afternoon in Balaju, Sundhara and Tripureshwore.
The Ministry has said that security situation has been beefed up in the valley as well as across the country.
Meanwhile, Maoists have issued a statement condemning what they call as a cowardly crime and crime against humanity.
"Under whatever pretexts (these incidents have been carried out), it is not difficult to the see the hands of regressive elements who want to derail the peace process, and obstruct the campaign for republic and CA election, behind the incident," states the statement issued by Prachanda.
The Maoists have asked the government to conduct investigation to find out the truth and take strong action against the culprits.
Chi è Silvia ? Chissà...

Etichette:

martedì, settembre 04, 2007,19:44
Ultimo Tango a Parigi.
La seconda visione di "Ultimo Tango a Parigi" è quella che anestetizza. E palesa la sua illegibilità.
Navighiamo attorno alle vocali.
Leggiamo letteralmente un quadro di Bacon? Così non facciamo con la trasposizione cinematografica di tali opere. Burro, dita ed ermetiche battute altro non sono che il vetro opaco sul volto di un cardinale che bestemmia (è poi vero che nella versione originale Brando urla "fucking god" stringendosi il volto tra le mani?) (si è vero).
Vetro opaco e vocali senza traduzione.

C'entra la psicalanalisi, l'inconscio:
“tutti i miei film sono stati fusi nello stampo dell’analisi, fondati in massima parte sul materiale onirico, e dopo tutto non sono forse i film fatti di materia onirica? I film non sono fatti della stessa materia dei sogni?”
C'è chi interpreta l'intero film come il racconto della morte dell'adolescenza. Chi ne dà un'interpretazione religiosa (la scena del burro come il cristo tradito dal padre).

Sono sicuro solo di questo: è il racconto di un addio. Lungo e rimandato. Ma inevitabile. La morte dell'uomo arriva con la morte dell'Amore. La parentesi con Jeanne altro non è che lo spazio concesso per l'accettazione della propria obbligata partenza. E' destino, non caso.
Che arriva con una pallottola e dopo una parentesi di felicità.
Ogni altra lettura è più profonda e doverosa.
E tra l'altro: perché qualcuno non chiede a Bertolucci prima che sia troppo tardi?

I VOTI:
Andrea: 8,5;
Stefano: waitin' fot (insert comment with vote)
Raffaella: 7
Ceje: waitin' for (insert comment with vote)
Valentina: waitin' for (insert comment with vote)

----------------
Now playing: The Maccabees - Tissue Shoulders

Etichette:

domenica, settembre 02, 2007,17:16
Verità sfuse, un tanto all'etto.
« A parte poche eccezioni, al mondo tutti, uomini e animali, lavorano con tutte le forze, con ogni sforzo, dal mattino alla sera solo per continuare ad esistere: e non vale assolutamente la pena di continuare ad esistere; inoltre dopo un certo tempo tutti finiscono. È un affare che non copre le spese »

«Più guardo gli uomini, meno mi piacciono. Se soltanto potessi dire la stessa cosa delle donne, tutto sarebbe a posto»

«La vita è in sé un evento tragico: caos, confusione. Certo, ci sono momenti di piacere, di divertimento; ma resta una cosa molto seria»

----------------
Now playing: The Maccabees - X-Ray

Etichette:

sabato, settembre 01, 2007,11:11
Pellicole Rovinate
Tra le cose dimenticate e ritrovate c'è Pellicole Rovinate. Da leggere.
Dal post su Sete (Törst, 1949) di Ingmar Bergman:
Era davvero un modo nuovo e moderno di mettere in scena cose di cui già si parlava (anche se più che altro in tono di commedia). Sete poi è tutto sulla sete insoddisfatta d'amore, storie che si rincorrono raccontate con una costruzione temporale non ortodossa, sintomo di una caratteristica tipica di Bergman, l'estrema fiducia nello spettatore.
Poi mi colpisce, perchè non lo ricordavo, come e quanto ci siano echi noir e sbafature di melodramma. Come nella splendida sequenza terminale della coppia che ha vissuto un rapporto fatto di eccessi ma è sempre rimasta insieme.
- E' stato terribile, ho fatto un sogno tremendo, ero come ipnotizzato. Nella mia testa immaginavo che ti avrei ucciso... Ma non dici niente? Volevo ucciderti....
- Bene, non mi stupisco.
- Ed è meglio così.
- Saresti stato solo e indipendente.
- Ma io non voglio essere solo e indipendente! E' molto peggio!
- Peggio di cosa?
- Del nostro inferno! Almeno noi ci apparteniamo.

----------------
Now playing: The Rentals - Move On

Etichette:

Cerca nel sito
Iniziative
  • Scopri come dare voce al Darfur

  • Scopri come dare voce al Nepal

  • green apple

  • drop outs cafè

  • Meltin'Pot

  • Anna

Commenti recenti
Home page Home Page Paniere di discussione Blogs For Nepal Popolo dei cieli grigi Photoway photoblog momoemomo photoway Contattaci Square Gallery Square 9
Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.