sabato, luglio 22, 2006,12:59
Darfur: niente acqua, niente pace.
Contributo di Save the Rabit
Fonte: ENN

Secondo un illustre economista internazionale, non ci saranno possibilità di giungere alla pace in Darfur finchè non ci sarà un'equa distribuzione delle risorse idriche tra i ribelli e il governo sudanese.
Lo ha affermato lunedì scorso Jeffrey Sachs, direttore dell' Earth Institute della Columbia University, durante una conferenza sui cambiamenti climatici.
La guerra scatenatasi tre anni fa nel Darfur sarebbe da attribuire non solo a motivi etnici e politici, ma anche e soprattutto alla disputa per il controllo delle risorse idriche, in seguito alla crescita della popolazione negli anni '80, che ha scatenato una continua lotta tra contadini stanziali e pastori nomadi della regione.
"In general, crises like these are viewed through the optic of geopolitics and the military. . But when you are dealing with very hungry people and desperately poor people, unless you also put forward a realistic and viable development option, you can't make peace" ha detto Sachs.
Il conflitto tra i ribelli e il governo sudanese dura da tre anni, e più accordi di pace sono stati firmati, ma gli scontri continuano: nei primi 10 giorni di luglio, ben 8.000 civili hanno dovuto abbandonare i loro villaggi a causa dell'esarcebarsi degli scontri tra le due fazioni dell'Esercito di Liberazione del Sudan, il principale gruppo di ribelli del Darfur. Le due fazioni si sono create in seguito alla firma dell'accordo di pace con il governo sudanese, in Maggio, allorquando una parte della SLA, così come l'altro gruppo di ribelli,il Movimento per l'uguaglianza e la giustizia (Jem), si rifiutò di sottoscrivere l'accordo, ritenendolo insoddisfacente (fonte: Reuters).

Approfondisci: Population, Land and Conflict
scritto da Andrea&Serena



7 Commenti:


  • Alle 23 luglio, 2006 20:34, Blogger Tottoi

    punti di vista...

    http://www.liberalfondazione.it/archivio/fl/numero27/shaw.htm

    è leggermente lungo ma fa rifelttere riguardo delle certezze, tipo l'acqua, su cui mai ci poniamo degli interrogativi

  • Alle 25 luglio, 2006 13:19, Blogger Andrea&Serena

    ok, mi tocca legge e tagliare Bù?!

  • Alle 25 luglio, 2006 13:19, Blogger Andrea&Serena

    guarda che io non sto a pettina' le bambole tutto il giorno come te!

  • Alle 26 luglio, 2006 12:09, Blogger Tottoi

    guarda che io nn sto a giocà alla play tutto il giorno come te. chi lo vuole leggere se lo legge se lo tagli perde alcune parti di tesi-antitesi necessarie. a me è piaciuto e l'ho letto tutto a chi nn piace nn arriva nenche a metà pagina , nn lo leggerebbe comunque. ma in sostanza, lavora invece di andare al mare e raccontare strambe storielle sulle etimologie delle parole.

    sì, in effetti stiamo continuando ad usare il blog a fini personali

  • Alle 07 agosto, 2006 04:26, Anonymous Anonimo

    Here are some links that I believe will be interested

  • Alle 11 agosto, 2006 20:20, Anonymous Anonimo

    I like it! Keep up the good work. Thanks for sharing this wonderful site with us.
    »

  • Alle 17 agosto, 2006 03:17, Anonymous Anonimo

    Very pretty site! Keep working. thnx!
    »

Cerca nel sito
Iniziative
  • Scopri come dare voce al Darfur

  • Scopri come dare voce al Nepal

  • green apple

  • drop outs cafè

  • Meltin'Pot

  • Anna

Commenti recenti
Home page Home Page Paniere di discussione Blogs For Nepal Popolo dei cieli grigi Photoway photoblog momoemomo photoway Contattaci Square Gallery Square 9
Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.