sabato, luglio 01, 2006,15:03
FREE TIBET
NE PARLANO TUTTI...secondo me mai abbastanza...

1 LUGLIO 2006 la meraviglia delle meraviglie...tutti festeggiano il trenino sul tetto del mondo...
anche LHASA ha diritto ad avere una stazione, un po' di progresso, dei bei grattacieli e una splendida piazza di cemento davanti al POTALA che di notte deve essere illuminatissima...la piazza NON IL POTALA (innaugurata l'estate scorsa peccato che abbiano raso al suolo parte del centro storico...)
date un occhio a questi link:
http://www.tibet.com/

http://www.freetibet.org/

L'anno scorso, più o meno alla metà del mese di agosto tornata dal Tibet scrivevo: "sono molto scossa….per molti motivi… ho il Tibet nel cuore, con il suo dolore, la sua bellezza, l’orrore del regime cinese, la negazione dei diritti, della libertà anche solo di poter dire sono in TIBET e non sono in Cina. Lo sguardo sorridente dei tibetani, la compassione dei monaci, il rispetto profondo di tutto ciò che ha vita e che potrebbe per questo in passato essere stato un nostro caro estinto. L’estrema sporcizia imperante ovunque, i topi, l’odore acre del burro di yak che calpesti ovunque e che tutti hanno addosso. Il tea al gelsomino, fresco, profumato, caldo, ristoratore, le bistecche di yak cotte sulla piastra a fuoco con l’immancabile plain rice che non sa di niente…di riso….i biscottini al burro del supermercato di Lhasa serviti con il più bel sorriso che vorresti ricevere al mattino. Il sole sul Potala, grande, immenso, simbolo di un potere ormai perduto, simbolo del giogo del regime, le sale del Dalai Lama, spoglie ma ancora dense di phatos e di grandezza, le foto del Panchen Lama e i ritratti divelti del Dalai Lama, il suo nome che non può essere pronunciato, il suo volto che non può essere visto, le sue parole che non possono essere sentite. Che estrema sofferenza. La povertà, i cinesi ben vestiti, i tibetani con le croste, i bambini che chiedono soldi e pregano in ginocchio il Buddha, come se fosse un gioco, ma credendoci sul serio...le puje dei monaci che salmodiano mantra in continuazione…om mani padme um, lode a te gioiello del fiore di loto…un misticismo per noi ormai impensabile. Ma molti di loro non sono veri, ti chiedono molte cose, sono cinesi…quelli veri sono oppressi, non parlano inglese, non ti possono parlare liberamente…ti sorridono…nella piazza del Potala ci sono telecamere ovunque, c’è sempre qualcuno che ti osserva...i megafoni trasmettono marcette cinesi…i camioncini militari…i militari…"
...qualcuno mi ha raccontato che viene "scoraggiato" l'insegnamento nelle scuole della lingua tibetana, che viene altrettanto "scoraggiata" la coltivazione dell'alimento base tibetano la "tzampa" a favore della colza, che per un motivo imprecisato i tibetani non hanno più "facile accesso" alla lana con cui producevano i loro preziosi tappeti (adesso li fanno in Nepal..?) e il loro artigianato sta praticamente andando a farsi friggere in favore delle "fabbrichette cinesi", inoltre la Cina sta danno notevoli fondi alle famiglie cinesi di etnia han (si scriverà così) perchè si trasferiscano nei liberi territori tibetani, occupando i campetti tibetani e coltivandoli al meglio come MAO comandò...CHINESE DO IT BETTER? Mah...
i tibetani sono confinati ai margini delle loro stesse città, a volte addirittura tenuti in "riserve"o villaggi ricostruiti dove al posto delle bandiere di preghiera sui tetti troviamo le nostre amate BANDIERE ROSSE, sempre per "preservarne la cultura"...ovviamente...la storia si ripete...

Dalla acclamata RIVOLUZIONE CULTURALE DI MAO nel 1959:
più di 6000 monasteri distrutti
2.000.000 di morti
sostituzione etnica ancora in atto


guardia cinese al Potala sorveglia i lavoranti intenti a stuccare i buchi nelle pareti fatti dai fucili della rivoluzione culturale








E noi in Cina ci facciamo pure le Olimpiadi...e festeggiamo il trenino...sul tetto del mondo...

scritto da rain rongpuk



1 Commenti:


  • Alle 03 luglio, 2006 20:48, Anonymous ericablog

    già e siamo tutti felici e contenti ...poveri noi che rincorriamo il progresso di treni TAv e quant'altro e distruggiamo le culture , le genti le tradizioni e le loro terre!!!

Cerca nel sito
Iniziative
  • Scopri come dare voce al Darfur

  • Scopri come dare voce al Nepal

  • green apple

  • drop outs cafè

  • Meltin'Pot

  • Anna

Commenti recenti
Home page Home Page Paniere di discussione Blogs For Nepal Popolo dei cieli grigi Photoway photoblog momoemomo photoway Contattaci Square Gallery Square 9
Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.