martedì, ottobre 03, 2006,12:46
Il rap di Prodi #2.
in aggiornamento
Spendiamo altre due parole sul video (peraltro orrendo) del rap di Prodi. Intanto devono essere chiari i colpevoli:

Giorgio Merlo della Margherita vicepresidente della Commissione di Vigilanza

Gennaro Migliore capogruppo di Rifondazione comunista alla Camera

Loredana De Petris dei Verdi segretario della Presidenza del Senato

Esterino Montino componente dei Ds in Commissione di Vigilanza.

Questi quattro dipedendenti incopetenti sono i firmatari di una lettera inviata al cda Rai:
"E gravissimo che un telegiornale del servizio pubblico, in una delle edizioni di punta della sua programmazione, abbia dato spazio ad un video del genere". Secondo i firmatari infatti "non è accettabile che di alcune delle maggiori cariche della Repubblica, dal premier al vicepremier, al presidente della Camera, come anche dell' Aula parlamentare, sia stata data un' immagine comica che nulla aveva a che vedere con un momento come quello del dibattito parlamentare su Telecom, dall alto valore politico e istituzionale".
Ma io dico...
Il vilipendio (questo dovrebbe essere il testo legislativo di riferimento) grazie a dio è roba da regime fascista. Oggi se voglio bestemmiare posso farlo. Se voglio dare del buffone delinquente a Berlusconi posso farlo. Se voglio dire che Prodi è noioso, incapace di stare davanti a un pubblico, che quando enuncia i suoi discorsi sembra costantemente di stare in un funerale, cristoddio, posso farlo. Se vuole mi denunci per diffamazione. Ma il vilipendio no, per favore no.
E poi perchè accusare di vilipendio il Tg2, ma non le emittenti private? Il vilipendio chi lo fa lo fa. Quando bestemmiare era reato, era reato per tutti, non solo per i cristiani.
Il problema è un altro. Ed è un problema che qui conosciamo da tanto tempo: il bassissimo livello dell'informazione italiana. Mentre parlo studio aperto manda in onda un lungo servizio su "la pupe e il secchione". E dopo probabilmente toccherà a mirabolanti reportage dai luoghi bagnati da 4 millimetri di pioggia, o alle stratosferiche tette di chissà quale donzella. E sulla Rai? Siamo salvi da veline, culi (che dio ne mandi, ma non sono informazione) e normalissimi temporali invernali? Macchè. Abbiamo avuto per mesi le Lecciso, e Klaus Devi ha rotto i maroni neanche fosse un essere dotato di un minimo di intelligenza. La Ventura ha fatto passeggiare Moggi, il tutto sotto gli occhi fintamente furiosi di fior fior di giornalisti Rai. Ecco cosa c'è che non va, nel servizio pubblico. C'è che Enzo Biagi faceva buoni ascolti e informazioni ma non divertiva come Striscia la Notizia. C'è che il Darfur, il Nepal, la Colombia, e tutte le altre crisi umanitarie in corso vengono completamente dimenticate. C'è che tra poco sul Tg2 passeranno un servizio su una terribile malattia che affligge il mondo moderno. Cosa dite? Parleranno dell'AIDS e di tutte le persone che muoiono ogni secondo per una malattia i cui effetti devastanti noi potremmo arginare? Macchè, ingenui idioti speranzosi che siete. Parleranno delle crisi da shopping di cui sempre più gente soffre.

I quattro firmatari (giusto ripetere questi quattro nomi: Giorgio Merlo, Gennaro Migliore, Loredana De Petris, Esterino Montino) sono solo quattro tra i tanti imbecilli che riempono le aule della politica italiana (oddio, ho detto imbecilli...vilipendio...brrr)? No. O meglio: sì, sono quattro tra gli imbecilli che riempono l'aula, ma tra di loro si annidano due membri della commissione vigilanza. La commissione vigilanza, cito, " è stata istituita con la legge 103/1975 per consentire al Parlamento di vigilare e di indirizzare l’attività radiotelevisiva, considerata, specie per quanto riguarda l’informazione, particolarmente importante per il corretto funzionamento di un sistema democratico". Perfetto. In una società privata se un dipendente sbaglia rischia il licenziamento. Domanda: hanno sbagliato? Mi sembra chiarissimo: si. Non si lamentano per i problemi seri, ma solo perchè il Tg2 ha mandato in onda un video ironico sul presidente del consiglio. Stanno adempiendo al proprio dovere? No. E dunque? Li licenziamo? Direi proprio di sì, a meno che non ci dimostrino qualcosa di buono entro un mese.
Come fare?

Certe cose fanno venire i brividi. L'ipocrisia, ad esempio. Sentite cosa diceva il vicepresidente Giorgio Merlo:
“Si tratta, cioè, di declinare sino in fondo quel ruolo di controllo, di indirizzo e di vigilanza - spiega Merlo - che nel passato si era progressivamente appannato a vantaggio di una polemica sugli organigrammi e sugli assetti Rai che aveva deviato il compito istituzionale affidato alla Commissione”.
“Un lavoro che deve partire da un postulato di fondo: e cioè ribadire l’importanza del servizio pubblico nel panorama informativo italiano, garantire il pluralismo culturale per rispettare il dettato costituzionale e riconoscere l’autonomia delle scelte aziendali senza interferenze politiche di sorta. Per svolgere il ruolo di indirizzo e di vigilanza la Commissione - afferma ancora Merlo - deve avviare, quindi, un dibattito trasparente e senza reticenze. Da martedì prossimo avremo modo di approfondire questi aspetti con l’obiettivo di rafforzare il servizio pubblico a garanzia dei cittadini e delle loro sensibilità culturali”.

Garantire il pluralismo. Bravissimo! Hai proprio preso la strada giusta...

Se avete qualche critica o suggerimento da fare ai nostri quattro dipendenti, basta cliccare sul loro nome:
Giorgio Merlo
Gennaro Migliore
Leonarda De Pretis (o qui)
Esterino Montino
scritto da Andrea&Serena



3 Commenti:


  • Alle 03 ottobre, 2006 17:52, Blogger Tottoi

    m'è stato sempre antipatico migliore

  • Alle 03 ottobre, 2006 21:14, Anonymous Mauro STR.Net

    Ke vergogna!
    Primo: questa è la loro preoccupazione più grande?? Questo il motivo della loro indignazione!!!!??????
    Secondo: E allora perchè per Berlusconi non si sono indignati?Non era satira anche per lui??
    Ipocriti. basta alzare le tasse per non colpire i soliti POTENTI! destra o sinistra quelli non vengonoi mai toccati! Tiket per il pronto soccorso?? Più tasse per i BOT?? irpef più alto anche per chi guadagna meno di 28ooo euro?? Cioè gli insegnanti??? Non ho parole. Meno male ke questa è la sinistra. Ha fatto molto più Berlusca per il sociale (e per questo ha perso) ke Prodi. Smentitemi. Coi fatti.

  • Alle 04 ottobre, 2006 08:13, Blogger Tottoi

    concordo pienamente. e anche se l'ipocrisia politica ce la porteremo sempre dietro non smette di schifare. silvio lo conosciemao com'è populista ma questi altri sono antipopolari in una maniera assurda. ma poi, lo sapranno che alzando le tasse l'economia rallenta vistosamente?purtroppo prodi credo che lo sappia. l'altra novità del tfr poi è geniale...

Cerca nel sito
Iniziative
  • Scopri come dare voce al Darfur

  • Scopri come dare voce al Nepal

  • green apple

  • drop outs cafè

  • Meltin'Pot

  • Anna

Commenti recenti
Home page Home Page Paniere di discussione Blogs For Nepal Popolo dei cieli grigi Photoway photoblog momoemomo photoway Contattaci Square Gallery Square 9
Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.