giovedì, gennaio 26, 2006,13:06
La posizione di Square
E se, per una volta nel mondo, avesse la meglio e diritto di parola la Gente semplice?
Per questo bisogna (I GOVERNI e NOI) lottare...Contro tutti i "Maoisti"e contro ogni Dittatura. Il problema è che i nostri sgovernanti (europa e USA) se ne fottono della gente semplice...Di quella che vuole prima la tranquillità e la Pace, poi la pancia almeno mezza piena e le medicine antidiarrea...e poi i diritti e la Libertà..passo dopo passo. Finalmente la Democrazia.
La democrazia non è prioritaria, in trequarti del mondo.Ma bisogna stare di là per poter accettaRE, anche per me, quello CHe ho appena scritto.
PACE...
(da nepalplanet)
scritto da Andrea&Serena



9 Commenti:


  • Alle 26 gennaio, 2006 16:03, Blogger bateo

    permettimi un intervento anche fuori luogo: http://blogsfornepal.blogspot.com/
    Qua ci sono tutti i link sul Nepal

  • Alle 26 gennaio, 2006 16:39, Blogger Tottoi

    forse la gerarchia delle priorità per la 'gente semplice' (chi mai sarà la gente semplice poi?!) non è proprio quella.magari sbaglio, ma la vedo difficile essere tranquilli e in pace senza cibo con la possibilità che appena messo qualcosa in pancia una diarrea li porti alla reincarnazione, senza diritti che so senza il Diritto di pensiero e senza LIBERTA'.e forse senza democrazia non avranno mai tutto questo. la pace è una meravogliosa utopia ma forse il mondo non è stato in grado di regalarci la pace senza guerre..magari c'è qualcosa che non va

  • Alle 26 gennaio, 2006 20:56, Blogger Andrea&Serena

    ops...quando ho scritto "la posizione di Square" mi sono scordato di Tottoi! ;o

  • Alle 26 gennaio, 2006 21:13, Blogger Il Bevilacqua

    ciao fanciulli

  • Alle 26 gennaio, 2006 21:14, Blogger Il Bevilacqua

    oops riproviamo. Ciao fanciulliiiii!

    La mia mail è gattaccio2029@hotmail.com

    ci sentiamo presto.

    Don't give it up!

  • Alle 27 gennaio, 2006 14:28, Blogger virginie

    Avrei un serio problema a sottoscrivere. La gente semplice come la chiama NepalPlanet nel ventennio era fascista (e in Germania nazista, più o meno nello stesso periodo), il che, per me, almeno, significa che non ha necessariamente ragione. E ho come il sospetto che la gente semplice in Italia voti in maggioranza il Nano (o Bossi, a rigore).

  • Alle 27 gennaio, 2006 19:30, Blogger Tottoi

    gente semplice e non, chi vota a destra chi a sinistra, non esiste la distinzione, i governati che utopicamente sono quelli che hanno la sovranità sono persone, uomini, individui, che sono invece derubati del 'potere' e subiscono le decisioni di chi quel potere è in grado di detenerlo. anche chi votava Pnf o social-nazismo era vittima di quelle due dittature. e quelle vittime, che erano tali neanche tanto consapevolmente, non hanno certo meno diritto di esprimersi. 'nano' è un vezzegiativo francese?

  • Alle 28 gennaio, 2006 14:23, Blogger virginie

    Scusa, Tottoi, mi sono evidentemente spiegata male, perché mi sembra di essere d'accordo con te. Ci riprovo: sarei contenta anch'io che "la gente semplice avesse la meglio e avesse diritto di parola" come scrive NepalPlanet. In Nepal, e in molti altri posti, fondamentalmente non ce l'ha. Altrove ha il diritto di parola consentito dalle elezioni democratiche.
    Ora, tutti noi, inutile celarsi dietro a un dito, siamo disposti ad accettare alcuni risultati elettorali e altri no. Gli esempi? Si vendono a chili in questi giorni: la vittoria di Hamas in Palestina piace poco per non dire nulla alla minoranza "occidentale" del mondo. E se la condanna di Hamas è comprensibile, lo è un po' meno il disprezzo nei confronti del presidente boliviano Morales o l'odio verso il venezuelano Chavez. Neppure è piaciuto granché ai francesi che un mucchio di gente semplice abbia inviato Le Pen a contrastare Chirac al ballottaggio delle elezioni presidenziali del 2002 né agli europei che un altro mucchio di gente semplice francese abbia bocciato la costituzione. E non sto a moltiplicare gli esempi perché credo che ci siamo capiti.
    Non ho l'esperienza di NepalPlanet ma credo che anche tra i maoisti nepalesi, per lo meno agli inizi della guerriglia, ci sia stata un sacco di gente semplice. E qualcuno, l'ho incontrato personalmente, c'è ancora. Voglio dire: c'è gente semplice che sceglie uno schieramento e gente semplice che non sceglie, altra che pensa che comunque tutto è uguale, altra che non ha abbastanza cibo in pancia per poter permettersi di pensare, altra che pensa male eccetera eccetera. Spesso, o forse sempre, la gente semplice è la prima a lasciarci le penne, che si tratti di un attentato su un autobus, di una mina che esplode, di una Bhopal più o meno mostruosa. Ciò non toglie che, personalmente, trovo che il riferimento e la beatificazione della gente semplice sia un atteggiamento più populista che altro.

    P.S. Nano veramente l'ho copiato da un blogger e penso sia un soprannome diffuso: il Nano maledetto.

  • Alle 29 gennaio, 2006 16:10, Blogger Tottoi

    si, esattamente, si corre il fastidioso rischio di cadere nel populismo, magari anche involontariamente, ma la possibilità è elevata. intendevo dire soprattutto che le persone in quanto individui (alcuni pensanti altri molto meno) sono da rispettare anche se votano Le Pen o Morales (sindacalista dei produttori di coca) o Hamas o Pinochet. e poi diamine un pò di rispetto per i nani. consentimi..

Cerca nel sito
Iniziative
  • Scopri come dare voce al Darfur

  • Scopri come dare voce al Nepal

  • green apple

  • drop outs cafè

  • Meltin'Pot

  • Anna

Commenti recenti
Home page Home Page Paniere di discussione Blogs For Nepal Popolo dei cieli grigi Photoway photoblog momoemomo photoway Contattaci Square Gallery Square 9
Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.